L'elenco degli avvocati garibaldini.

Per testimoniare il prezioso apporto della classe forense a quel fondamentale evento storico, principio della storia unitaria d’Italia, pubblichiamo i nominativi degli avvocati che parteciparono alla Spedizione dei Mille, tratti dall'elenco alfabetico completo (pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del Regno d'Italia del 12 novembre 1878) dei componenti la spedizione dei Mille di Marsala, compilato sulla scorta dell'Elenco pubblicato nel 1864 dal Ministero della Guerra, del prospetto dei pensionati fra i Mille di Marsala e delle notizie fornite dalla varie autorità del Regno.

Si tratta di un elenco relativo ai garibaldini che ricevettero la pensione reale, mentre tuttora gli storici stanno effettuando ricerche per definire con completezza l’elenco completo.

(Altalex, 17 marzo 2011. Fonte: Consiglionazionaleforense.it)

  • CONATI Rinaldo di Enrico, nato a Milano il 27 luglio 1845, residente a Varese, avvocato.
  • CELLA Gio.Battista fu Giorgio, nato ad Udine il 5 settembre 1837, ivi residente, avvocato
  • CURZIO Francesco Raffaele di Francesco, nato a Turi il 23 dicembre 1822, residente a Firenze, avvocato.
  • ELLERO Enea di Mario, nato a Pordenone il 9 settembre 1840, ivi residente, avvocato.
  • GHISLOTTI Giuseppe di Luigi, nato a Comun Nuovo il 29 aprile 1841, residente a Bergamo, avvocato
  • GIURIOLO Giovanni di Pietro, nato in Arzignano il 2 aprile 1839, ivi residente, avvocato.
  • LUZZATO Riccardo di Marco, nato ad Udine il 4 febbraio 1842, residente a Milano, avvocato
  • MAPELLI Achille di Defendente, nato a Monza il 6 dicembre 1840, ivi residente, avvocato.
  • MORGANTE Alfonso Luigi di Girolamo, nato a Tarcento l'8 agosto 1835, residente a Tarcento, avvocato.
  • PORTIOLI Antonio di Antonio, nato a Scorzarolo il 17 gennaio 1840, residente a Mantova, avvocato
  • RAVINI Luigi di Giovanni, nato a Caviaga, ora Cavenago d'Adda, il 25 marzo 1839, residente a Roma, avvocato.
  • SILIOTTO Antonio di Gervasio, nato a Porto Legnago il 6 agosto 1838, residente a Legnago, avvocato
  • ROSSETTI Giovanni fu Giuseppe, nato a Trebaseleghe il 14 aprile 1836, residente a Cittadella, avvocato
  • TRANQUILLINI Filippo fu Carlo, nato a Morì (Roveredo) il 1837, residente a Milano, avvocato.

Trasmissione telematica di documenti: al via la marca postale elettronicaD.P.C.M. 14.12.2010, G.U. 01.03.2011



Definite le modalità tecnologiche per garantire la sicurezza, l'integrità e la certificazione della trasmissione telematica di documenti cui è associata la marca postale elettronica.

E' quanto prevede il D.P.C.M. 14 dicembre 2010 pubblicato in Gazzetta Ufficiale 1° marzo 2011, n. 49.

La Marca Postale Elettronica (EPCM), sviluppata in collaborazione con Microsoft per conto dell'Unione Postale Universale, consente di inviare in tutta sicurezza documenti in formato elettronico utilizzando la tecnologia Epcm (Electronical Postal Certification Mark).

Può essere apposta solo dalle poste e permette di verificare l'integrità del contenuto di un messaggio, rendendo qualunque forma di alterazione e manomissione facilmente ed inequivocabilmente identificabile e di avere la certezza su data e ora di ricezione del documento da parte di Poste Italiane.

 

Nella ipotesi di somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi, la ritenuta (se prevista) deve essere effettuata dal soggetto erogatore, il quale rivesta la qualità di sostituto d'imposta con una aliquota che sia pari al 20%. 


L'Agenzia delle Entrate ha fornito con la circolare 8/E del 2 marzo 2011 le modalità di effettuazione delle ritenute alla fonte per le somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi.

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.