In allegato proponiamo la memoria difensiva di Legambiente, rappresentata e difesa in giudizio dagli avvocati Corrado Giuliano e Marilena Del Vecchio dello Studio legale Giuliano, e dall'avv. Paolo Tuttoilmondo in relazione al ricorso presentato da A.M. Group Srl. La società ha impugnato il mancato nulla osta della Soprintendenza di Siracusa per la costruzione di 70 ville in un'area, quella tra l'Epipoli e Targia, che con la recente adozione del Piano paesistico è soggetta a vincoli più estesi rispetto al passato. Per tutelare i propri interessi nell'area in questione, A.M. Group Srl ha richiesto anche l'annullamento del decreto assessoriale di adozione del Piano paesistico. Richiesta di annullamento che anche il Comune di Siracusa ha fatto propria. In seguito all'udienza del TAR di Catania, convocata il 9 maggio scorso per discutere i ricorsi contro il Piano paesistico, A.M. Group e il Comune di Siracusa hanno rinunciato alla richiesta di sospensiva. Durante l'udienza i Presidenti delle due Sezioni del TAR hanno ritenuto di non doversi pronunciare sulla domanda cautelare di sospensione del Piano paesistico ed hanno assunto la decisione di trattare le cause solo quando si conoscerà l'esito del Consiglio di Giustizia Amministrativa sul Piano paesistico di Ragusa. Sempre in allegato proponiamo la lettura di alcuni articoli pubblicati dai quotidiani locali, cartacei e on line, sulla vicenda.

Memoria_udienza_18_aprile_Piano_paesistico.pdf

Gazzetta del Sud Siracusa -_Piano_paesistico_parola_al_Tar.pdf

Zeronove Web Tv Piano_Paesaggistico_arrivano_al_Tar_le_rinunce_alle_richieste_di_sospensiva.pdf

jpgIl_Corriere_di_Sicilia_11_maggio_2012.jpg

 

 

Ennesimo capitolo della vicenda giudiziaria che vede coinvolta da un lato la societa' Open Land Srl, dall'altro il Comune di Siracusa e le Associazioni Ambientaliste, rappresentate in giudizio dallo Studio legale Giuliano, intervenute ad opponendum nel ricorso. La vicenda riguarda la concessione per la costruzione di un centro commerciale nei pressi di viale Epipoli, a ridosso delle Mura Dionigiane e del Castello Eurialo, da parte della società Open Land.

Dopo la sentenza del TAR di Catania n.2323/2011, con la quale l'organo di giustizia amministrativa ha accertato la mancata formazione del silenzio-assenso alla richiesta di concessione edilizia presentata da Open Land nell'aprile del 2009, e affermato la legittimita' del provvedimento dell'Amministrazione comunale di Siracusa di diniego della concessione edilizia datato 28 settembre 2009, Open Land ha proposto appello innanzi al Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Sicilia.

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.