Corrado Giuliano del Centro azione giuridica di Legambiente: strumentale tentativo di Open Land di sottrarsi al giudizio sulla richiesta risarcitoria al Comune di Siracusa

"Riteniamo che l’ennesimo coupe de thèatre di Open Land nel corso dell’udienza del 14 dicembre 2017 avanti il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, con la richiesta di astensione di due componenti del Collegio per causa pendente mossa dalla società Open Land avanti il Tribunale di Caltanissetta, sia un altro strumentale tentativo di sottrarre il giudizio sulla richiesta di risarcimento danni milionaria nei confronti del Comune di Siracusa mettendo fuori gioco il Consiglio in quella composizione che aveva drasticamente ridotto le voci di presunto danno richiesto al Comune di Siracusa e sostituito il CTU su richiesta della Legambiente".

Con queste parole l'avvocato Corrado Giuliano, del Centro di azione giuridica di Legambiente Sicilia, ha stigmatizzato l'ennesimo tentativo dei legali della società Open Land di ritardare una decisione definitiva sulla richiesta risarcitoria che potrebbe essere loro sfavorevole, soprattutto dopo la pronuncia dei giudici del CGA che hanno revocato la sentenza precedente che aveva riconosciuto l'ingiusto danno subito dalla società Open Land (famiglia Frontino), proprietaria del centro commerciale in viale Epipoli.

Comunicato stampa Centro azione giuridica Legambiente Sicilia, 17 dicembre 2017.

Rassegna stampa:

Siracusanews.it, 18 dicembre 2017

La Sicilia, 18 dicembre 2017

 La Sicilia, 18 dicembre 2017

La Sicilia, 18 dicembre 2017

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.