Parte la raccolta fondi per pagare le spese processuali di Legambiente Sicilia condannata per avere difeso la bellezza

COMUNICATO STAMPA

Difendere l’immenso patrimonio ambientale e culturale del paese dai continui attacchi a cui è sottoposto da più fronti, è un impegno a cui Legambiente si dedica nei territori con la forza e la dedizione di migliaia di volontari in tutta Italia. Quello che Legambiente difende appartiene a ognuno di noi, è la nostra storia, la nostra bellezza, il nostro futuro.

Ma non tutti la pensano così. Non a Siracusa dove, dopo varie fasi processuali, la Cassazione, con una decisione che lascia sconcertati e che non ha precedenti nei confronti di associazioni di volontariato, ha condannato Legambiente Sicilia al pagamento delle spese processuali, 18.000 euro, per avere difeso le Mura Dionigiane e il Castello Eurialo dalla costruzione di un enorme centro commerciale. 

La concessione edilizia per questo scempio, pur in contrasto con il piano regolatore ed i vincoli archeologici ed in un primo momento negata, è stata alla fine rilasciata in virtù di un silenzio – assenso, in circostanze ancora da chiarire e su cui la Procura di Palermo e di Siracusa stanno indagando. Diciotto mila euro sono una spesa insostenibile per una associazione di volontariato. 

Per questo vi chiediamo di sostenere la raccolta fondi per aiutare Legambiente Sicilia a estinguere il debito.  

Per contribuire Codice Iban: IT56B0200804610000102308987 

Più grande sarà la partecipazione, più forte arriverà il messaggio ai distruttori di bellezza: non vi lasceremo agire industurbati!

Legambiente Siracusa

 

Rassegna stampa:

Legambiente, 23 febbraio 2017

Il fatto quotidiano, 12 febbraio 2017

Giornale di Siracusa, 13 febbraio 2017

La nuova ecologia, 13 febbraio 2017

Il giornale dell'architettura, 3 febbraio 2017

Palermo mania, 27 febbraio 2017

Nuovo soldo.it, 27 febbraio 2017

 

 

 

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.