Comune Marsciano e Regione Umbria contro il Ministero dei beni culturali sulla tutela del paesaggio

Stampa

Il 25 maggio 2015 il Ministero dei Beni Culturali (MiBACT) ha trasmesso ai Comuni di Marsciano e Perugia una “Dichiarazione di notevole interesse pubblico” ai sensi del Codice dei Beni Culturali, impropriamente definita “vincolo paesaggistico”. L’area interessata è denominata “Contado di Porta Eburnea”.

A fine luglio 2015 il Comune di Marsciano e la Regione hanno inoltrato due ricorsi al TAR chiedendo la sospensione del decreto ministeriale. Due enti pubblici con visioni totalmente contrapposte sulla importanza della tutela del patrimonio della nazione si troveranno fra pochi giorni nelle aule dei tribunali spinte da motivazioni ideologiche e compiti istituzionali diametralmente opposte. 

Gli allegati documentano ampiamente l'importanza ed il valore dei territori dichiarati di notevole interesse pubblico. Tra la documentazione proponiamo anche il testo del ricorso presentato dal Comune di Marsciano.

pdfChiarezza_sul_vincolo_8_8_15.pdf

pdfNota_stampa_29_8_2015.pdf

pdfCronologia_storica_contado.pdf

pdfBeni_interesse_storico-architettonico.pdf

pdfRicorso_Comune_Marsciano.pdf