Dichiarazione degli avvocati Corrado Giuliano, Nicoletta Piazzese e Salvo Salerno, componenti il collegio difensivo di Italia Nostra costituita nel giudizio cautelare avanti il TAR Catania, contro Senza Confine srl, a commento dell’ordinanza n. 1930/2018. 
 
Il TAR ha ritenuto di congelare lo “status quo” fino alla prossima udienza del 28 marzo, non sentendosi pronto a decidere solo sulla base degli accertamenti tecnici di Comune e Soprintendenza e, con prudenza (magari eccessiva), ha scelto di sottoporre la questione tecnica ad un verificatore, cioè un consulente d’ufficio. Non è passata quindi la tesi della società Senza Confine che tutto fosse in regola e che si trattasse di minime differenze di cantiere.

Sentenza definitiva del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana (CGA) sulla vicenda Open Land. Nessun risarcimento milionario per la società della famiglia Frontino per il diniego di rilascio della concessione edilizia per la realizzazione del centro commerciale di viale Epipoli. Il CGA, con sentenza del 12 luglio 2018, ha riconosciuto ad Open Land un risarcimento danni complessivo di 190.140,50 euro (più gli interessi maturati): 150 mila per canoni di locazione, poco più di 40 mila euro per maggiori costi di costruzione.  Il periodo per il quale è stato riconosciuto il risarcimento danni è stato ridotto a 5 mesi.

Open Land dovrà restituire al Comune di Siracusa  la somma di 2.8 milioni di euro indebitamente percepiti, oltre agli interessi legali dalla data dell’indebito pagamento e alle spese per il procedimento. Lo ha stabilito il Tribunale di Siracusa con decreto ingiuntivo del 27 giugno scorso. Entro 40 giorni dalla notifica del decreto, se Open Land, società del gruppo Frontino, non avanzerà ulteriori pretestuose opposizioni per prendere tempo, i 2,8 milioni di euro dovranno tornare nelle casse del Comune.

Pagina 1 di 14

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.