Edilizia ed urbanistica: quali manufatti influiscono ai fini della determinazione della volumetria e/o della cubatura degli abusi?

Consiglio di Stato, sez. II, sentenza 24 febbraio 2021 n. 1606 

Legittimamente un Comune, nell’opporre un diniego in merito ad una istanza tendente ad ottenere un permesso di costruire in sanatoria, e nell’ingiungere il ripristino dello stato dei luoghi, ha calcolato, ai fini della determinazione della volumetria e/o della cubatura degli abusi, anche una tettoia in legno, chiusa su tre lati; infatti, una tettoia di legno, realizzata sull’edificio e chiusa su tre lati, concreta, comunque, impatto edilizio (data anche la facilità di chiusura totale intervenendo sull’unico lato rimasto aperto) ed incide sulla sagoma dell’edificio, sicché l’aver considerato quella tettoia computabile nel volume non appare considerazione erronea (Cfr. Cons. Stato, Sez. IV, 8 agosto 2019, n. 5637).

Consiglio di Stato, sez. II, sentenza 24 febbraio 2021 n. 1606

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.