Obbligo di comunicazioni del consulente tecnico: l'ordinanza della Corte di Cassazione

Corte di Cassazione, VI sezione civile - 3 , ordinanza 16 ottobre 2020, n.22615

Ai sensi del combinato disposto degli art. 194, comma 2, c.p.c. e 90, comma 1, disp. att. c.p.c,  il consulente tecnico “deve dare comunicazione alle parti del giorno, ora e luogo di inizio delle operazioni mentre analogo obbligo di comunicazione non sussiste quanto alle indagini successive, incombendo sulle parti l'onere di informarsi sul prosieguo di queste al fine di parteciparvi”. Il principio è stato affermato dalla Corte con la suddetta ordinanza precisando che i motivi di ricorso riguardanti la nullità dell’a.t.p. per assenza di comunicazione del secondo accesso e la mancata considerazione della stessa, sono stati disattesi.

Corte di Cassazione, VI sezione civile - 3 , ordinanza 16 ottobre 2020, n.22615

 

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.