Abusi edilizi: concessione demaniale abusiva se la proroga automatica contrasta con la direttiva Bolkestein

 Corte di Cassazione, III sezione penale, sentenza 21 ottobre 2020 n.29105

Nel caso di utilizzo di area balneare marittima, occupata in assenza di idoneo titolo perchè scaduto e mai rinnovato e in assenza di pagamento di canoni annuali demaniali e imposta regionale, pur sostenendo che il titolo sia stato prorogato per automatico rinnovo sulla base di una legge italiana, la concessione sarebbe da considerare decaduta in quanto le successive proroghe automatiche sono invalide perchè contrastanti con il diritto europeo. Per questo, la Cassazione ha nel caso di specie ritenuto legittimo il sequestro preventivo disposto dal Gip.

Corte di Cassazione, III sezione penale, sentenza 21 ottobre 2020 n.29105

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.