Danno da riduzione della capacità lavorativa specifica: risarcimento del triplo della pensione sociale se non è possibile stabilire o presumere il reddito reale

Corte di Cassazione, sez. II civile, sentenza 4 febbraio 2020, n. 2463

Il danno da riduzione della capacità di guadagno deve essere liquidato in base al triplo della pensione sociale (c.d. «assegno sociale»), quando la misura assai modesta del reddito comprovato dalle prodotte buste paga è tale da rendere la situazione del danneggiato parificabile a quella di un disoccupato. Il fondamento normativo non sarebbe individuato dall’art. 137 cod. ass. - che si riferirebbe solo all'azione diretta del danneggiato nei confronti dell'assicuratore e non anche all'azione nei confronti del responsabile, quanto invero dall'art. 1226 cod. civ., che impone al giudice di liquidare il danno con valutazione equitativa, quando lo stesso non possa essere provato nel suo preciso ammontare.

Premessa l’affermazione che il danno patrimoniale da invalidità debba essere accertato in concreto, e debba dunque essere allegato e provato dal danneggiato, è stato ribadito il principio affermato dalla sentenza della Suprema Corte n. 8896 del 4 maggio 2016 secondo cui: "il danno alla capacità di lavoro si liquida col triplo della pensione sociale quando la vittima al momento del sinistro ha un reddito che non esprime la reale capacità lavorativa della vittima, e sia quindi impossibile stabilire o presumere il reddito reale della vittima". Dunque non può dirsi che questo criterio debba applicarsi indistintamente a tutte le ipotesi di reddito esiguo, ben potendo anche un reddito modesto essere stabile e permanente e costituire effettivamente il massimo frutto possibile delle potenzialità produttive del danneggiato: spetta al giudice del merito stabilire se, nel caso concreto, il reddito percepito dalla vittima al momento dell’infortunio era saltuario o meno, destinato a crescere o meno, occasionale o meno.

Corte di Cassazione, sez. II civile, sentenza 4 febbraio 2020, n. 2463

 

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.