Covid-19: Anac propone l’esonero dalla contribuzione per la partecipazione alle gare

Con la delibera n. 289 del 1 aprile 2020, l’Autorità nazionale anticorruzione ha proposto al Governo di esonerare, fino al 31 dicembre 2020, le stazioni appaltanti e gli operatori economici dal versamento della contribuzione, a favore della stessa Anac, per l’indizione o la partecipazione ad una gara d’appalto. Tale proposta, avanzata in considerazione del regime emergenziale derivante dall’epidemia da Covid-19, consentirebbe di sgravare imprese e pubbliche amministrazioni dal pagamento del contributo, con l’obiettivo di contribuire alla ripresa economica del Paese.Non è stata avanzata una proposta analoga per le SOA, probabilmente perché la contribuzione da parte di queste ultime è basata sul loro fatturato, che dipende dai ricavi della loro attività, che dovrebbe essere favorita dagli interventi di rilancio dell’economia. La delibera dell’Anac è una proposta di intervento normativo, da attuarsi su iniziativa del Governo, in quanto l’esonero della totalità delle stazioni appaltanti e degli operatori economici dal versamento della contribuzione si configura come una modifica temporanea ma rilevante del sistema di autofinanziamento dell’Anac.

ANAC - Delibera 1 aprile 2020, n. 289

 

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.