Anac: emanato il regolamento sanzionatorio in materia di tutela del whistleblower

ANAC, delibera del 30 ottobre 2018, n.1033

Regolamento sull’esercizio del potere sanzionatorio in materia di tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro di cui all’art. 54-bis del decreto legislativo n. 165/2001 (c.d. whistleblowing).

L’ANAC, con delibera del 30 ottobre 2018 n. 1033, ha emanato il regolamento sull’esercizio del potere sanzionatorio in materia di tutela dei soggetti autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro, ex art. 54-bis d.lgs. n. 165/2001 (“Tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti”). Tale regolamento è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 19 novembre 2018, n. 269. L’Autorità esercita il potere sanzionatorio d’ufficio oppure su segnalazione o comunicazione, presentate attraverso il modulo della piattaforma informatica disponibile sul sito dell’ANAC. Il responsabile del procedimento è il dirigente; il procedimento sanzionatorio viene avviato mediante l’istruttoria con l’esame degli atti del procedimento stesso.

Al termine dell’istruttoria, dove il responsabile può chiedere anche l’acquisizione di ulteriori informazioni, il procedimento può essere concluso con l’adozione o di un provvedimento di archiviazione (nel caso in cui sia stata riscontrata l’assenza dei presupposti per la comunicazione della sanzione amministrativa pecuniaria) o di un provvedimento di irrogazione della sanzione amministrativa pecuniaria tra il minimo e il massimo edittale. Il provvedimento sanzionatorio è pubblicato sul sito istituzionale dell’Autorità nella sezione dedicata. Il regolamento si applica ai procedimenti sanzionatori avviati successivamente alla sua entrata in vigore.

ANAC, delibera n.1033.2018

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.