Ricorso giurisdizionale: è valida la notifica a mezzo pec inviata ad un indirizzo iscritto nell'elenco Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA)

Consiglio di Stato, sez. V, sentenza 12 dicembre 2018, n. 7026

È valida la notificazione del ricorso introduttivo di un giudizio amministrativo eseguita all’indirizzo di P.E.C. reperito sul registro denominato Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA). La vicenda muove dalla notificazione di un ricorso introduttivo del giudizio di primo grado indirizzato, per via telematica, all’indirizzo PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., invero pubblicizzato sulla home page del sito istituzionale di quella amministrazione, ma non anchetrasposto nel registro pubblico di riferimento utilizzabile ai sensi della L. 53/94 e ss. mm. (Registro PP.AA.) ed attinto quindi dal notificante nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA per l’appunto). Il Consiglio di Stato ribalta il consolidato orientamento giurisprudenziale secondo il quale, in difetto di iscrizione dell'indirizzo pec al registro PP.AA. formato dal Ministero della Giustizia, la notifica del ricorso giurisdizionale deve essere eseguita solo con le modalità cartacee a nulla rilevando l'iscrizione nell'Elenco Indice PA.

La V sezione ha ricordato che dall’entrata in vigore dell’art.16-sexies, d.l. n. 179 del 2012, convertito, con modificazioni, dalla l. 17 dicembre 2012, n. 221, come introdotto dall’art. 52, d.l. 25 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla l. 11 agosto 2014, n. 114, la notificazione degli atti avviene presso l’indirizzo PEC risultante dagli elenchi INI PEC di cui all’art. 6-bis, d.lgs. n. 82 del 2005 (Codice dell’amministrazione digitale),ovvero presso il ReGIndE, di cui al d.m. n. 44 del 2011, gestito dal Ministero della giustizia; e che tale previsione vale, per espressa previsione legislativa, anche per la giustizia amministrativa. Il fatto che l’amministrazione pubblica destinataria della notificazione telematica sia rimasta inadempiente all’obbligo di comunicare altro e diverso indirizzo PEC da inserire nell’elenco pubblico tenuto dal Ministero della Giustizia, non priva l’Indice PA della natura di pubblico elenco in via generale e, come tale, utilizzabile per le notificazioni alle P.A.

Consiglio di Stato, sez. V, sentenza n. 7026.2018

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.