Diritto dell'immigrazione : la dichiarazione di ospitalità, alla cui produzione la Questura di Milano ha subordinato la ricevibilità dell’istanza di protezione, non ha fondamento giuridico

Tribunale di Milano, sez. specializzata in materia di immigrazione,protezione internazionale e libera circolazione dei cittadini dell’Unione europea, ordinanza 25 luglio 2018, n. 32311

Ormai da prassi consolidata, la Questura di Milano, e non solo, chiede ai richiedenti asilo per l’accettazione della domanda di protezione internazionale una dichiarazione di ospitalità, cioè una prova scritta che il richiedente asilo viva nel territorio di competenza della Questura di Milano. Con l'ordinanza in esame il Tribunale di Milano, a seguito di ricorso urgente, ha dichiarato, in base all’art. 6 del Decreto Legislativo 25/2008, che "la dichiarazione di ospitalità, alla cui produzione la Questura di Milano ha subordinato la ricevibilità dell’istanza di protezione da parte del ricorrente, non ha fondamento giuridico".  Il ricorso d’ urgenza è stato promosso in pendenza del giudizio avverso il decreto di espulsione prefettizio, che era stato sospeso dal Giudice di Pace di Milano, in attesa che il ricorrente formalizzasse la domanda di protezione internazionale, domanda che però la Questura rifiutava di accettare in mancanza della dichiarazione di ospitalità.

Il Tribunale, inoltre, precisa "ai fini dell’individuazione della Questura competente in relazione al luogo di dimora dell’interessato, è evidente che non si può che fare riferimento alla situazione di fatto di trovarsi l’interessato fisicamente in un determinato luogo, non potendosi esigere da un cittadino straniero, in situazione di irregolarità sul territorio nazionale, la disponibilità di un alloggio adeguato". Il Tribunale di Milano sul punto ha riconosciuto altresì che "l’imposizione del requisito della dichiarazione di ospitalità, oltre che illegittimo, finirebbe per rendere impossibile, o eccessivamente oneroso, l’esercizio del diritto di asilo riconosciuto e tutelato nel contesto normativo europeo e a livello costituzionale italiano".

 
© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.