Annullamento della sentenza con rinvio al giudice di primo grado e violazione del principio di corrispondenza tra chiesto e pronunciato: la sentenza del Consiglio di Stato

Consiglio di Stato, Adunanza plenaria, sentenza 5 settembre 2018, n. 14

In coerenza con il generale principio dell’effetto devolutivo/sostitutivo dell’appello, le ipotesi di annullamento con rinvio al giudice di primo grado previste dall’art. 105 c.p.a. hanno carattere eccezionale e tassativo e non sono, pertanto, suscettibili di interpretazioni analogiche od estensive. Non costituisce un’ipotesi di annullamento con rinvio ex art. 105 c.p.a. la violazione del principio di corrispondenza tra chiesto e pronunciato, anche quando si sia tradotta nella mancanza totale di pronuncia da parte del giudice di primo grado su una delle domande del ricorrente; pertanto, in applicazione del principio dell’effetto sostitutivo dell’appello, anche in questo caso, ravvisato l’errore del primo giudice, la causa deve essere decisa nel merito dal giudice di secondo grado.

Consiglio di Stato, Adunanza plenaria, sentenza 5 settembre 2018, n. 14

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.