Contratti per la distribuzione esclusiva di carburanti e diritto di recesso: la sentenza della Corte di Cassazione

Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza 7 settembre 2017, n. 20909

In tema di contratti di affidamento in uso gratuito delle attrezzature fisse e mobili finalizzate alla distribuzione in esclusiva dei carburanti, la Corte ha ritenuto applicabile, nel caso in esame, quanto disposto dal d.lgs. n. 32/98, art. 1, in materia di razionalizzazione del sistema di distribuzione dei carburanti congiuntamente all’accordo collettivo 29.07.1997, secondo il quale i contratti si rinnovano automaticamente, per un periodo di uguale durata, salvo comunicazione del mancato rinnovo da inviare al gestore, nei primi 6 mesi dell’ultimo anno contrattuale. Il mancato rinnovo dopo il primo periodo contrattuale deve essere accompagnato dall’esplicitazione da parte del concessionario dell’autorizzazione dei motivi che lo hanno indotto ad assumere tale decisione. Dal dettato normativo in esame emerge che l’obbligo motivazionale sia vigente in relazione al primo rinnovo contrattuale e non anche per i successivi, in ordine anche una logica di maggior esborso economico sostenuto dal gestore nel periodo iniziale dell’attività.

Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 20909.2017

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.