Debiti fuori bilancio, la Corte dei conti Campania apre al pagamento prima del passaggio in consiglio

Corte dei conti Campania, delibera 10 gennaio 2018, n. 2

La Corte dei conti della regione Campania condivide le argomentazioni della Corte dei conti, a Sezioni Riunite per la Regione Sicilia (deliberazione n. 2/2005), secondo cui in caso di debiti derivanti da sentenza esecutiva, l'ente può procedere al pagamento ancor prima della deliberazione consiliare di riconoscimento, atteso che, in ogni caso, non potrebbe in alcun modo impedire l'avvio della procedura esecutiva per l'adempimento coattivo del debito. Anzi, la prassi seguita dagli enti locali di attendere per il pagamento di quanto dovuto il preventivo riconoscimento della legittimità del debito da parte del consiglio comunale comporta il lievitare degli oneri patrimoniali per interessi legali ed eventuale rivalutazione monetaria, cui vanno aggiunte le spese giudiziali derivanti dalle procedure esecutive, nel caso in cui la predetta delibera non intervenga in tempi ragionevoli. L’indicazione, inoltre, corrisponde alla diversa posizione riservata dal legislatore alle sentenze esecutive, in quanto il consiglio comunale, a differenza delle altre ipotesi di debito fuori bilancio, non ha alcun margine di discrezionalità nel valutare l'an e il quantum del debito, poiché l'entità del pagamento rimane stabilita nella misura indicata dal provvedimento dell'autorità giudiziaria, rappresentando il riconoscimento di tale debito un atto dovuto.

Corte dei conti Campania, delibera n.2.2018

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.