Sequestro di persona a scopo di coazione: il nuovo articolo 289-ter del Codice penale, introdotto dal D.Lgs. n. 21/2018

Tra i nuovi articoli del Codice penale introdotti dal decreto legislativo n. 21/2018, vi è il numero 289-ter sul sequestro di persona a scopo di coazione. Il nuovo articolo punisce con la reclusione da 25 a 30 anni chiunque , al di fuori dei casi indicati nei già vigenti articoli 289-bis (sul sequestro di persona a scopo di terrorismo o di eversione) e 630 (sul sequestro di persona a scopo di estorsione) dello stesso Codice , chi "sequestra una persona o la tiene in suo potere minacciando di ucciderla, di ferirla o di continuare a tenerla sequestrata al fine di costringere un terzo, sia questi uno Stato, una organizzazione internazionale tra più governi, una persona fisica o giuridica o una collettività di persone fisiche, a compiere un qualsiasi atto o ad astenersene, subordinando la liberazione della persona sequestrata a tale azione od omissione". E' prevista l'applicazione di pene certamente più miti per i casi di lieve entità. Tali pene, spiega il Codice, si ottengono aumentando dalla metà a due terzi quelle già previste dall'articolo 605 c.p. Con l'entrata in vigore delle nuove disposizioni, avvenuta il 6 aprile scorso, sono state contestualmente abolite quelle contenute negli articoli 3 e 4 della Legge n. 718/1985.

D.Lgs. n. 21.2018

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.