Linee guida non vincolanti dell’ANAC: quando sono lesive?

T.a.r. Lazio, sez.I, sentenza 14 febbraio 2018, n.1735

Il Tar Lazio, con la sentenza in esame, si concentra su una linea guida sulla trasparenza negli incarichi (“Linee guida recanti indicazioni sull’attuazione dell’art. 14, del dl.gs. 33/2013 «Obblighi di pubblicazione concernenti i titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo e i titolari di incarichi dirigenziali» come modificato dall’art. 13 del d.lgs. 97/2016”). Il Tar romano si rifà a quanto già evidenziato dal Consiglio di Stato nel parere della Commissione speciale n. 1257 del 29 maggio 2017; in tale occasione il Consiglio di Stato ha chiarito come le Linee guida in esame appaiano riconducibili al novero delle Linee guida “non vincolanti”, mediante le quali l’ANAC “…fornisce ai soggetti interessati indicazioni sul corretto modo di adempiere agli obblighi previsti dalla normativa e sull’adempimento dei quali ha poteri di vigilanza, indicazioni che costituiranno parametro di valutazione per l’esercizio di tali poteri e l’adozione dei provvedimenti conseguenti”.

Ne deriva che tali Linee guida non siano immediatamente lesive, prendendo spessore l’eventuale lesività solo all’esito del procedimento instaurato per “l’adozione dei provvedimenti conseguenti”; le linee guida non vincolanti potranno quindi essere lesive solo nel momento di applicazione “in concreto” di tali provvedimenti, attraverso l’adozione di sanzioni e di altri provvedimenti analoghi. Se da un lato i destinatari possono discostarsi dalle linee guida mediante atti che contengano una adeguata e puntuale motivazione, anche a fini di trasparenza, idonea a dar conto delle ragioni della diversa scelta amministrativa, è altrettanto vero che al di fuori di questa ipotesi, la violazione delle linee guida può essere considerata, in sede giurisdizionale, come elemento sintomatico dell’eccesso di potere. Secondo il Tar Lazio la formulazione di tali Linee guida, quindi, avrebbe una “finalità istruttiva”, richiamando e non parafrasando i precetti normativi. 

T.a.r. Lazio_sentenza n.1735.2018

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.