Ristrutturazioni in centro storico: la Soprintendenza ai Beni Paesaggistici può intervenire anche anche in assenza di un vincolo diretto sull'immobile?

C.G.A. Sicilia, sez. Giurisdizionale, sentenza 23 maggio 2017, n. 233

Nella ipotesi di ristrutturazione da effettuarsi su un immobile allocato nel centro storico di un Comune, la Soprintendenza ai Beni Paesaggistici è competente ad intervenire anche in assenza di un vincolo diretto sull'immobile stesso. La titolarità del potere di rilasciare il parere di compatibilità paesaggistica in capo alla Soprintendenza trova presupposto dall'essere l'immobile oggetto del progetto di ristrutturazione allocato nel centro storico del Comune (i centri storici sono definiti quali beni paesaggistici o culturali ai sensi dell'art. 136 lett. c) del d.lgs. n. 42 del 2004 e art. 1 L.R. n. 70/1976); non vi è dubbio che l'Autorità preposta alla tutela del vincolo d'insieme sugli stessi debba essere coinvolta nel procedimento di autorizzazione ad un intervento edilizio di significativa rilevanza che comporti la demolizione del vecchio fabbricato e la sua ricostruzione.

C.G.A. Sicilia_sentenza n. 233. 2017

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.