Interessi anatocistici o usurari: sono rilevabili d'ufficio!

Cassazione Civile - Ordinanza  5 ottobre 2017 , n. 23278

Con l'ordinanza in rassegna,la Corte di Cassazione ha ritenuto manifestamente fondato il motivo di ricorso con cui il ricorrente, nel caso di specie, lamentava che la corte di merito avesse ritenuto generiche le eccezioni di nullità delle clausole contrattuali che prevedevano la corresponsione degli interessi anatocistici e di interessi usurari, da esso proposte sin dal primo grado del giudizio, e che abbia inoltre escluso di poterne rilevare d'ufficio la nullità. I Giudici di legittimità, nell'accogliere la doglianza sollevata, hanno rammentato il costante orientamento della giurisprudenza di legittimità in base al quale la nullità delle clausole contrattuali che prevedono la corresponsione di interessi anatocistici o di interessi usurari è rilevabile dal giudice d'ufficio; ne consegue, che, quand'anche le relative eccezioni fossero state illustrate dal ricorrente in via del tutto generica, la corte del merito non avrebbe potuto rifiutarsi di esaminarle, ma avrebbe dovuto valutarne l'eventuale fondatezza o infondatezza nel merito.

Cassazione Civile - Ordinanza 5 ottobre 2017 , n. 23278.pdf

 

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.