Chi occupa senza titolo con veicoli un’area vincolata viola le norme a tutela del paesaggio.

Corte di Cassazione, sentenza n. 43173/2017

L'occupazione disordinata senza le necessarie autorizzazioni con veicoli di un'area sottoposta a vincoli paesaggistici integra il reato contravvenzionale di violazione delle norme a tutela del paesaggio, a nulla rilevando che le vetture possano essere rimosse, perché il semplice stazionamento su superfici aventi diversa destinazione o per scopi diversi da quelli consentiti e a servizio di un'attività stabile duratura può cagionare una lesione del bene protetto. È quanto ha stabilito la Corte di cassazione a poco più di un anno dalla dichiarazione di incostituzionalità della modifica apportata all'articolo 181 del codice dei beni culturali e del paesaggio dalla legge 15 dicembre 2004 n. 308, attraverso la quale il legislatore aveva inteso punire più severamente gli abusi sui beni vincolati da provvedimenti amministrativi rispetto agli abusi incidenti su beni vincolati per legge ex articolo 142 del codice, prevedendo per i primi sanzioni più severe rispetto a quelle riservate ai secondi.

Corte di Cassazione, sentenza n. 43173/2017.pdf

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.