L'Open Land rinuncia alla richiesta di sospensiva cautelare

Ennesimo capitolo della vicenda giudiziaria che vede coinvolta da un lato la societa' Open Land Srl, dall'altro il Comune di Siracusa e le Associazioni Ambientaliste, rappresentate in giudizio dallo Studio legale Giuliano, intervenute ad opponendum nel ricorso. La vicenda riguarda la concessione per la costruzione di un centro commerciale nei pressi di viale Epipoli, a ridosso delle Mura Dionigiane e del Castello Eurialo, da parte della società Open Land.

Dopo la sentenza del TAR di Catania n.2323/2011, con la quale l'organo di giustizia amministrativa ha accertato la mancata formazione del silenzio-assenso alla richiesta di concessione edilizia presentata da Open Land nell'aprile del 2009, e affermato la legittimita' del provvedimento dell'Amministrazione comunale di Siracusa di diniego della concessione edilizia datato 28 settembre 2009, Open Land ha proposto appello innanzi al Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Sicilia.

Nell'atto di appello, Open Land chiedeva la sospensione in via cautelare dell'efficacia della sentenza del TAR. L'udienza camerale per discutere sulla sospensiva avrebbe dovuto tenersi giovedi 19 aprile 2012. La società ricorrente, stante la infondatezza dei motivi dedotti in appello, ha invece ritenuto opportuno rinunciare alla richiesta di sospensione cautelare, limitandosi a chiedere la condanna al risarcimento dei presunti danni subiti a seguito di quello che Open Land ritiene illegittimo diniego della concessione edilizia per la realizzazione del centro commerciale. 

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.