Il permesso di soggiorno può essere rilasciato, ai sensi dell'art. 32 comma 1, d. lgs. n. 286 del 1998 (motivi di studio, accesso al lavoro subordinato o autonomo, per esigenze sanitarie o di cura), non solatanto quando l'interessato sia stato sottoposto ad affidamento amministrativo o giudiziario ai sensi dell'art. 4 commi 1 e 2, l. n. 184 del 1983, ma anche a tutela ai sensi degli art. 343 ss. del codice civile (tutela ed emancipazione).

Nota di Studio Legale Giuliano

Consiglio di Stato, Sez. VI, sent. del 18 agosto 2010, n. 5883

Lo straniero, anche se irregolare, ha diritto di fruire di tutte le prestazioni che risultino indifferibili ed urgenti, trattandosi di un diritto fondamentale della persona che deve essere garantito così come disposto dal T.U. immigrazione. Pertanto non può essere disposta l'espulsione qualora dall'esecuzione di detto provvediemnto egli possa subire un irreparabile pregiudizio al suo diritto alla salute, costituzionalmente garantito.
Nota di Studio Legale Giuliano

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.