2

1

4

5

INVENTIO invenire quod dicas, DISPOSITIO inventa disponere,

ELOCUTIO ornare verbis, MEMORIA memoriae mandare, ACTIO agere et pronuntiare.

(Cicero, M.T. De inventione, 82 A.C.)

news

Il Tar Lombardia e il Tar Sardegna hanno sottoposto alla Corte di Giustizia Europea il quesito pregiudiziale della compatibilità dell'articolo 1, comma 18, del decreto legge del 30 dicembre 2009, n. 194 con l''articolo 12 della direttiva 2006/123/CE del Parlamento europeo e del Consiglio , nonché con gli articoli 49, 56 e 106 TFUE. L'art.1, comma 18, sopra citato, sanciva la proroga ex lege, fino al 31.12.2015, delle concessioni di beni demaniali marittimi con finalità turistico - ricreativo che fossero valide alla data di entrata in vigore del decreto e in scadenza entro il 31 dicembre 2015; con successivo articolo 34 duodecies del decreto legge del 18 ottobre 2012, n. 179 il termine di durata delle concessioni veniva ulteriormente prorogato fino al 31 dicembre 2020, nelle more del procedimento di revisione del quadro normativo in materia di rilascio delle concessioni di beni.

T.A.R. Veneto, Sez. III, sentenza 11 aprile 2016, n. 375

L'autorizzazione integrata ambientale è atto che sostituisce, con un unico titolo abilitativo, tutti i numerosi titoli che erano, invece e in precedenza, necessari per far funzionare un impianto industriale, assicurando così efficacia, efficienza, speditezza ed economicità all'azione amministrativa nel giusto contemperamento degli interessi pubblici e privati in gioco, e incide quindi sugli aspetti gestionali dell'impianto. Ai fini della decadenza del permesso di costruire, il termine di ultimazione dei lavori non può considerarsi automaticamente sospeso in presenza di una causa di forza maggiore, come ad esempio il sequestro penale dell’area interessata dall’intervento, atteso che non è ipotizzabile, nell’attuale sistema giuridico, la sospensione automatica del titolo edilizio, essendo sempre necessaria, al fine di ottenere la sospensione, la presentazione di una formale istanza di proroga, cui deve seguire un provvedimento da parte della stessa amministrazione che ha rilasciato il titolo edilizio e che accerti l’impossibilità del rispetto del termine ab origine fissato in relazione al factum principis o ad una causa di forza maggiore.

Rivista Giuridica dell'edilizia, n. 3, Maggio 2016, p.304 (Area riservata)

Il cibo è sempre più spesso il protagonista dello spazio urbano, dalla produzione al consumo,al punto tale da determinare una nuova caratterizzazione delle città. Il cambiamento degli stili di vita, le  nuove esigenze per l'uso del tempo, combinati alla consapevolezza della qualità del cibo e delle bevande, dal punto di vista della sicurezza e della bontà, e dal punto di vista culturale, come  la crescente promozione del cibo tipico, hanno conseguenze importanti sull'organizzazione dello spazio urbano.

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.