2

1

4

5

INVENTIO invenire quod dicas, DISPOSITIO inventa disponere,

ELOCUTIO ornare verbis, MEMORIA memoriae mandare, ACTIO agere et pronuntiare.

(Cicero, M.T. De inventione, 82 A.C.)

news

Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza 4 ottobre 2017, n.23189

Le somme eventualmente versate dall'Inail a titolo di indennizzo ex art. 13 del D.Lgs. n. 38/2000 non possono considerarsi integralmente satisfattive del diritto al risarcimento del danno biologico in capo al soggetto infortunato o ammalato, sicché, a fronte di una domanda del lavoratore che chieda al datore di lavoro il risarcimento dei danni connessi all'espletamento dell'attività lavorativa, il giudice adito, una volta accertato l'inadempimento, dovrà verificare se, in relazione all'evento lesivo, ricorrano le condizioni soggettive ed oggettive per tutela obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali stabilite dal d.P.R. n. 1124/1965, ed in tal caso, potrà procedere, anche d'ufficio, alla verifica dell'applicabilità dell'art. 10 del decreto citato, ossia all'individuazione dei danni richiesti che non siano stati riconducibili alla copertura assicurativa (cd. danni complementari), da risarcire secondo le comuni regole della responsabilità civile.

Consiglio di stato, commissione speciale, parere 19 ottobre 2017, n. 2163

Il Consiglio di stato ha reso il suo parere sulle linee guida relative a criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni aggiudicatrici, vista la nota di trasmissione della relazione del 31 luglio 2017, con la quale l’ANAC ha chiesto il parere del Consiglio di Stato su tale questione; il parere non è favorevole. Il parere che ricalca molto il precedente ( cfr. parere 14 settembre 2016, n. 1919) rileva alcune indicazioni non recepite nello schema di linea guida nonché le questioni “nuove” conseguenti all’adozione del decreto correttivo. La nota di trasmissione al Consiglio di Stato sottolinea che "non sono stati condivisi i dubbi, sollevati da alcuni dei soggetti che hanno partecipato alla consultazione, circa la scelta dell’Autorità di non far gravare i dipendenti e/o le amministrazioni degli oneri di copertura assicurativa, nel caso di esperti interni alla stazione appaltante". Il parere ha ribadito l’opportunità, già segnalata con il parere n. 1919/2016, di articolare la composizione dell’Albo in modo da separare gli esperti “esterni” dagli esperti “interni” alle stazioni appaltanti, in quanto il decreto correttivo ha dettato una particolare disciplina in presenza di contratti per i servizi e le forniture di elevato contenuto scientifico, tecnologico o innovativo, che possono essere affidati ad “esperti interni” alla stazione appaltante.

Consiglio di stato, commissione speciale, parere 19 ottobre 2017, n. 2163

Corte di Cassazione, sez. VI civile - 3, ordinanza 16 marzo 2018, n. 6619

La liquidazione del danno patrimoniale da lucro cessante, patito dalla moglie e dal figlio di persona deceduta per colpa altrui, e consistente nella perdita delle elargizioni erogate loro dal defunto, se avviene in forma di capitale e non di rendita, va compiuta, per la moglie, moltiplicando il reddito perduto dalla vittima per un coefficiente di capitalizzazione delle rendite vitalizie, corrispondente all'età del più giovane tra i due; e per il figlio in base ad un coefficiente di capitalizzazione di una rendita temporanea, corrispondente al numero presumibile di anni per i quali si sarebbe protratto il sussidio paterno. La Sesta Sezione ha accolto il ricorso relativamente alla liquidazione del danno patrimoniale da lucro cessante, diminuito nelle sentenze di primo e secondo grado, considerando che il reddito della vittima, data la giovane età, sarebbe verosimilmente cresciuto nel corso degli anni, e quindi avrebbe potuto via via contribuire in maniera più importante nei confronti di moglie e figlio, tenuto conto dei probabili incrementi di guadagno dovuti al prevedibile sviluppo di carriera; la Cassazione ha dunque ribadito il proprio orientamento, stabile da oltre vent'anni (cfr. Cass. Sez. n. 8177/1994).

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.