1

4

5

INVENTIO invenire quod dicas, DISPOSITIO inventa disponere,

ELOCUTIO ornare verbis, MEMORIA memoriae mandare, ACTIO agere et pronuntiare.

(Cicero, M.T. De inventione, 82 A.C.)

news

Corte di Cassazione,  I sezione civile, ordinanza 17 aprile 2020, n.7904

Le parti , ai sensi dell’art.13 legge n. 247/2012 , sono libere al momento del conferimento dell’incarico al professionista , di stabilire contrattualmente il corrispettivo. La Corte conferma il suo orientamento già affermato più volte (Cass. 21235/2013; Cass. 14293/2018) in base al quale il corrispettivo dell’avvocato vada determinato in base alle tariffe e debba essere adeguato all’importanza dell’opera prestata solo qualora non sia stato liberamente pattuito. Nel caso in cui il professionista e il cliente abbiano raggiunto un accordo sul compenso, non rilevano neppure i minimi tariffari dal momento che la loro previsione non costituisce una norma imperativa.

Corte di Cassazione, I sezione civile, ordinanza 17 aprile 2020, n.7904

 

Corte di Cassazione, Vi sezione civile - 3 , ordinanza 5 novembre 2020, n. 24632

La Cassazione con l'ordinanza in esame precisa che nel caso di un volo cancellato, per cui venga chiesto dalle parti un indennizzo ed un risarcimento del danno, questi saranno di competenza rispettivamente del giudice del luogo in cui sarebbe dovuto partire l’aereo e del giudice del luogo in cui è ubicata l’agenzia che ha emesso i biglietti. La Cassazione ha pertanto escluso la competenza dei giudici di Copenaghen (meta finale del viaggio) e inglesi ( dal momento che la compagnia aerea è britannica) e ha ritenuto che i giudici dovessero essere italiani dal momento che l’inconveniente è avvenuto nel territorio italiano.

Corte di Cassazione, Vi sezione civile - 3 , ordinanza 5 novembre 2020, n. 24632

Corte di Cassazione, sez. I civile, sentenza 29 maggio 2020, n.10300

Con la sentenza in esame la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla possibilità di tutela autorale di un testo giuridico ad uso tecnico professionale, ai sensi degli articoli 2575 c.c. e 1 e 2 della L.d.A. e sulla possibilità di conseguire il risarcimento del danno in caso di plagio del regolamento stesso.La Corte ha risposto positivamente ai quesiti proposti: è possibile tutelare un’opera avente una funzione tecnica, ma alla condizione che sia frutto di elaborazione originale da parte del suo autore. Un testo tecnico peraltro, per poter ottenere protezione ai sensi dell’articolo 1 e 2 della Legge sul diritto d’Autore e 2575 del codice civile, non deve consistere solo in una catalogazione sterile e standard degli argomenti ma deve in questo estrinsecarsi la personalità dell’autore nella “forma della sua espressione, ovvero dalla sua soggettività” riflettendo la propria personalità.

Corte di Cassazione, sez. I civile, sentenza 29 maggio 2020, n.10300

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.