2

1

4

5

INVENTIO invenire quod dicas, DISPOSITIO inventa disponere,

ELOCUTIO ornare verbis, MEMORIA memoriae mandare, ACTIO agere et pronuntiare.

(Cicero, M.T. De inventione, 82 A.C.)

news

Trasmissione telematica di documenti: al via la marca postale elettronicaD.P.C.M. 14.12.2010, G.U. 01.03.2011



Definite le modalità tecnologiche per garantire la sicurezza, l'integrità e la certificazione della trasmissione telematica di documenti cui è associata la marca postale elettronica.

E' quanto prevede il D.P.C.M. 14 dicembre 2010 pubblicato in Gazzetta Ufficiale 1° marzo 2011, n. 49.

La Marca Postale Elettronica (EPCM), sviluppata in collaborazione con Microsoft per conto dell'Unione Postale Universale, consente di inviare in tutta sicurezza documenti in formato elettronico utilizzando la tecnologia Epcm (Electronical Postal Certification Mark).

Può essere apposta solo dalle poste e permette di verificare l'integrità del contenuto di un messaggio, rendendo qualunque forma di alterazione e manomissione facilmente ed inequivocabilmente identificabile e di avere la certezza su data e ora di ricezione del documento da parte di Poste Italiane.

 

Nella ipotesi di somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi, la ritenuta (se prevista) deve essere effettuata dal soggetto erogatore, il quale rivesta la qualità di sostituto d'imposta con una aliquota che sia pari al 20%. 


L'Agenzia delle Entrate ha fornito con la circolare 8/E del 2 marzo 2011 le modalità di effettuazione delle ritenute alla fonte per le somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi.

Legambiente, il Centro Studi Davide contro Golia e l’Associazione Grilli Aretusei, rappresentate e difese in giudizio dagli avvocati Corrado V. Giuliano e Paolo Tuttoilmondo, impugneranno il provvedimento assunto dal Comune di Siracusa di annullare il diniego alla richiesta di concessione edilizia presentata dalla società Open Land per la costruzione di un centro commerciale nell’area della Fiera del Sud, in aperto contrasto con i vincoli paesaggistici e con la convenzione Unesco. E’ la conclusione a cui le Associazione ambientaliste sono giunte dopo l’udienza pubblica che si è tenuta ieri, 10 marzo, avanti al TAR di Catania sulla vicenda Open Land.

Proprio per l’udienza di ieri i legali delle associazioni ambientaliste avevano preparato una memoria difensiva che promette una dura battaglia legale.
Rassegna stampa
 

 

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.