2

1

4

5

INVENTIO invenire quod dicas, DISPOSITIO inventa disponere,

ELOCUTIO ornare verbis, MEMORIA memoriae mandare, ACTIO agere et pronuntiare.

(Cicero, M.T. De inventione, 82 A.C.)

news

CONSIGLIO DI STATO, SEZIONE SESTA, SENTENZA DEL 15 MARZO 2013, N. 1550

Con sentenza n. 1550 del 15 marzo 2013 il Consiglio di Stato, Sezione Sesta, ha accolto il ricorso in appello proposto dall’Ordine degli Architetti di Roma avverso la sentenza del Tar del Lazio con cui è stato respinto il ricorso proposto dall’Ordine in questione avverso il provvedimento con cui l’Ispesl ha escluso la competenza degli Architetti in materia di impianti soggetti ad omologazione Ispesl.

La sentenza in commento ha stabilito che non sussiste una competenza esclusiva degli ingegneri sulle strutture tecnologiche omologate dall’Ispesl in quanto è da ritenersi prevalente il concetto unitario di edilizia civile e per tali motivi, nell’ambito della individuazione dei diversi criteri discretivi riguardo il riparto di competenze fra architetti ed ingegneri nella progettazione delle opere, deve privilegiarsi un’interpretazione basata sul criterio unitario della costruzione dell’opera di edilizia civile.

 

Il 16 aprile scorso lo Studio legale Giuliano ha attivato il servizio  “News architetto” rivolto agli iscritti all'Ordine degli Architetti di Siracusa.

Le news riguarderanno le evoluzioni normative e giurisprudenziali; le prassi amministrative utili per definire gli ambiti di intervento e di competenza  della professione di architetto; gli spazi e le limitazioni previsti dalla normativa di settore (regionale, nazionale e comunitaria), e le prassi che le amministrazioni di riferimento (statale, regionale e locale) adottano nel difficile percorso di attuazione.

La semplificazione delle procedure amministrative ha come finalità principe quella di favorire il rapido avvio di attività economiche ed alleggerire il carico amministrativo che spesso è da ostacolo all'avvio di dette attività. Domenico Lavermicocca, nel suo saggio dal titolo "La SCIA e la sostituzione degli atti della p.a." pubblicato sulla rivista Urbanistica e appalti dell'ottobre 2012, prende in esame, in particolare, la semplificazione del procedimento relativo alla SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività). L'ultimo contributo in tal senso è stato introdotto dall'art. 13 del D.L. n. 83/2012, il cosiddetto "Decreto sviluppo", convertito con modificazioni nella legge n. 134/2012. L'articolo prevede diverse semplificazioni per l'edilizia intervenendo sul ruolo dello sportello unico per l'edilizia che unificherà le competenze di diverse amministrazioni (SCIA, DIA, o permesso di costruire) e sull'obbligo dell'amministrazione comunale di acquisire d'ufficio documenti e informazioni in possesso di altre pubbliche amministrazioni. L'autore del commento nutre, tuttavia, qualche dubbio sulla effettiva praticabilità di questo obiettivo, chiedendosi se un privato, un professionista in particolare, si assumerà la responsabilità di certificare, accertare e asseverare il rispetto di discipline spesso di difficile e contrastata interpretazione (Area privata). 

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.