2

1

4

5

INVENTIO invenire quod dicas, DISPOSITIO inventa disponere,

ELOCUTIO ornare verbis, MEMORIA memoriae mandare, ACTIO agere et pronuntiare.

(Cicero, M.T. De inventione, 82 A.C.)

news

Il decreto del Ministero della giustizia n. 209 del 15 ottobre 2012 contiene alcune importanti modifiche all'impianto normativo a sostegno del processo telematico. L'impianto generale delle regole tecniche disegnato dal DM 44/2011 è sostanzialmente confermato. Per quanto riguarda invece il deposito degli atti da parte dei soggetti interni abilitati (magistrati e funzionari degli uffici giudiziari) è stato soppresso l'obbligo di controfirma e di indicazione della data. E' stato invece riformulato il comma 4 dell'art. 15 del DM 44/2011 allo scopo di chiarire gli equivoci sulle modalità di acquisizione al registro dei provvedimenti del giudice redatti in forma cartacea da parte della cancelleria. Inoltre, l'avere soppresso ogni riferimento alla ricevuta di avvenuta consegna breve legittima l'amministrazione a richiedere la ricevuta più completa (Area riservata) 

Il tema della pubblicità degli avvocati negli ultimi anni è stato al centro di diverse iniziative legate alla liberalizzazione delle professioni, a partire dal decreto Bersani del luglio 2006, che annullava il divieto, anche parziale, di svolgere pubblicità informativa. La nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense (Legge 247/2012), approvata nel dicembre 2012, introduce ulteriori novità su questa materia. L’art. 10, al comma 2, disciplina tutte le forme di pubblicità effettuate con qualsiasi mezzo, anche informatico.

Dunque, sulla legittimità della legge elettorale, il cosiddetto "Porcellum", si dovrà pronunciare la Corte costituzionale. La Cassazione ha dichiarato "rilevante e non manifestamente infondata" la questione di legittimità costituzionale sollevata dall'avvocato Aldo Bozzi e ha disposto la trasmissione degli atti alla Consulta. In particolare la I sezione penale di Roma interviene sul premio di maggioranza che, si legge nella sentenza, contraddice l'esigenza di assicurare la governabilità e provoca l'alterazione degli equilibri istituzionali.

Corriere della Sera, 17 maggio 2013

La Repubblica, 17 maggio 2013

 

 

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.