2

1

4

5

INVENTIO invenire quod dicas, DISPOSITIO inventa disponere,

ELOCUTIO ornare verbis, MEMORIA memoriae mandare, ACTIO agere et pronuntiare.

(Cicero, M.T. De inventione, 82 A.C.)

news

Altra condanna per l'Italia della Corte europea dei diritti umani sui temi del diritto di famiglia. Questa volta Strasburgo è intervenuta sul riconoscimento del diritto per i genitori di assegnare ai propri figli anche solo il cognome della madre. Nella sentenza, che diverrà definitiva solo tra tre mesi, è stata riscontrata la violazione dell'art. 14  della Convenzione (Divieto di discriminazione) in combinato disposto con l'art. 8 (Diritto al rispetto della vita privata e familiare). L'Italia sarà obbligata ad adottare le riforme conseguenti per adeguare le proprie leggi alla violazione riscontrata, riconoscendo quindi il diritto ai genitori di dare ai propri figli anche solo il cognome della madre. La sentenza della Corte è seguita al ricorso presentato da Alessandra Cusan e Luigi Fazzo, ai quali, nel 1999, lo Stato italiano ha negato la possibilità di assegnare il cognome materno alla figlia nata dalla loro unione. Va ricordato che in Italia nel 2000 è stata introdotta la possibilità di aggiungere al cognome paterno quello materno. Particolare che la Corte ha ritenuto non sufficiente a garantire l'uguaglianza tra i coniugi. 

Corriere della Sera, 7 gennaio 2013

Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo

Di seguito proponiamo il testo dell'articolo pubblicato su Le Monde, il 07 gennaio 2014, scritto da François Béguin, sulla circolare del Ministero dell'interno francese del 6 gennaio scorso, che offre ai sindaci gli strumenti giuridici per vietare gli spettacoli di Dieudonné. Al termine dell'articolo di Le Monde troverete il link di un articolo sull'argomento pubblicato sul "Corriere della Sera" del 7 gennaio 2014.

«On s'achemine vers une jurisprudence Dieudonné»

Danièle Lochak, professeure émérite de droit public à l'université de Paris-Ouest-Nanterre-La Dèfence, auteure de plusieurs articles et ouvrages sur les libertés, dont «Le Conseil d'Etat en politique» (Pouvoirs, n° 123, 2007) commente la circulaire du ministère de l'intérieur publiée lundi 6 janvier et visant à donner aux maires le cadre légal dans lequel ils peuvent interdir les spectacles de Dieudonné.

Porta la data del 3 gennaio la segnalazione urgente indirizzata dagli avvocati Corrado Giuliano e Nicola Giudice, del Centro di Azione Giuridica dell'Associazione Legambiente Sicilia, al Sindaco di Pachino, al Prefetto di Siracusa, al Ministero degli Interni, alla Procura della Repubblica di Siracusa, alla DIA di Catania e alla Regione Sicilia. Gli autori dell'esposto intervengono a proposito della nomina da parte del Sindaco di Pachino, Paolo Bonaiuto, del nuovo assessore all'urbanistica, ing. Piero Nicastro.

© 2017 studio legale Giuliano. All Rights Reserved.