"SOS paesaggio siracusano", un concorso sul degrado e l'abbandono del territorio

Share

 Comunicato stampa

Riprendere e fotografare il degrado del territorio, le opere incompiute, le brutture e gli scempi che hanno devastato il paesaggio di Siracusa e delle sua provincia. E’ questo l’obiettivo che si propone il concorso “SOS paesaggio siracusano”, ideato e promosso dallo Studio legale Giuliano e rivolto ai ragazzi e alle ragazze dei 17 Istituti superiori di Siracusa. 

Il tema al centro del concorso prende spunto dalla recente mobilitazione dei movimenti ambientalisti e della società civile, riuniti sotto la sigla SOS Siracusa, finalizzata alla difesa di importanti aree del paesaggio siracusano (Porto Grande e Porto piccolo, Pillirina, Epipoli, ecc.) dalla speculazione edilizia e dalla cementificazione, e dal confronto che si è aperto in città sulla revisione del Piano Regolatore Generale e sull’approvazione del Piano paesistico provinciale.

Lo Studio legale Giuliano non è nuovo a questi temi. A partire dalla seconda metà degli anni Settanta si è impegnato, sia sul piano civile che professionale, in iniziative volte alla tutela dell’ambiente e dei beni culturali, del patrimonio naturalistico e architettonico, difendendo in giudizio associazioni culturali e ambientaliste a livello locale, regionale e nazionale.

Con il concorso “SOS paesaggio siracusano” lo Studio legale Giuliano è voluto uscire dal proprio ambito professionale rivolgendosi agli studenti delle scuole superiori per sensibilizzarli all’osservazione, alla conoscenza e alla tutela critica del paesaggio, anche mettendo a loro disposizione le competenze professionali dello Studio e la documentazione urbanistica raccolta e conservata nella Biblioteca giuridica “Fedro”.

Gli studenti e le studentesse delle scuole superiori di Siracusa interessati a partecipare al concorso, sia individualmente che in gruppo, potranno fare riferimento (per ottenere copia del regolamento e il materiale per l’iscrizione al concorso) ad un insegnante tutor individuato dalla dirigenza di ogni istituto e indicato nelle locandine che riportano il regolamento, esposte nei locali della scuola. L’iscrizione al concorso dovrà avvenire entro il 15 aprile 2011; le opere, consistenti in video e dossier fotografici, dovranno essere consegnate entro il 31 maggio 2011.

Per lanciare un messaggio di legalità e di trasparenza e premiare il merito dei giovani che decideranno di partecipare al concorso, per la valutazione delle opere finali sarà seguita la procedura che viene adottata per le gare pubbliche, garantendo fino al momento della premiazione l’anonimato degli autori dei lavori consegnati. Una Commissione esaminatrice, composta da esperti in tematiche storiche, ambientali, urbanistiche, architettoniche e in tecniche di comunicazione, valuterà le opere e deciderà a quali di queste attribuire i premi previsti dal concorso.

Al lavoro primo classificato sarà assegnato un premio di 1.000,00 euro, al secondo 700,00 euro, al terzo 500,00.

Tutti i video e i dossier fotografici ammessi al concorso saranno presentati nel corso di una iniziativa pubblica, che si svolgerà entro il mese di giugno 2011, al termine della quale verranno premiati i vincitori.

Siracusa, 28 febbraio 2011


pdfRassegna stampa, Siracusanews.pdf

pdfRassegna_stampa,_Libertà_Quotidiano_di_Siracusa_e_Provincia.pdf

pdfRassegna_stampa, Giornale_di_Siracusa, Quotidiano on line.pdf

 

Ultime News